Non Profit Factory: posizione ed impegno nei confronti dei Sustainable Development Goals

Siamo in un momento di grande fermento dove il mondo del Non Profit, si vede impegnato da un lato verso un allineamento per le modalità di rendicontazione, in ambito di Valutazione degli impatti richiesti dagli adempimenti legislativi della legge del Terzo Settore, con metodologie ed indicatori di misurazione a discrezione degli enti. Dall’altro con la medesima richiesta, quando si tratta di accedere a bandi istituzionali privati (Comunicazione sociale verso i donatori, le aziende e le fondazioni bancarie) e pubblici (Ministero, Pubblica Amministrazione e lo stesso PNRR).

Chi è portatore di una cultura di analisi per la misurazione e l’utilizzo di strumenti per l’agire sociale e ambientale, è proprio il Terzo Settore, da qui, Non Profit Factory che da tempo implementa, nelle sue consulenze e formazioni, la divulgazione degli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, ha maturato l’esperienza per sviluppare ed utilizzare, nell’esigenza dei propri clienti, i linguaggi comuni e coordinati rispondendo con metodologie funzionali e pratiche.

In questi difficili giorni ci teniamo a segnalare che sono stati pubblicati due importanti documenti. Il più importante Report (il sesto) del l’IPCC delle Nazioni Unite che sottolinea il punto di non ritorno stravolgente in merito all’Impatto climatico (22-02-28 articolo Repubblica), specificando in particolare modo quanto avremo un conseguente impatto sociale di dimensioni che ancora non presente nelle nostre progettualità.

Il Report finale della SOCIAL TAXONOMIE EU, regolamento proposto, cruciale per aiutare il settore finanziario a prendere decisioni di investimento. Rispetto alla precedente edizione oggi ci troviamo difronte ad una metodologia complementare con la tassonomia ambientale, superando in parte i difetti segnalati nella precedente versione, essendo stato inglobato in un’unica struttura di metriche interdipendenti (22-03-02 articolo Etica News).

Non Profit Factory ha deciso di investire maggiormente nella pianificazione, non solo per comunicare i propri Obiettivi di sostenibilità individuati attraverso i format ufficiali, ma per misurarsi, in un contesto di collaborazione, e contribuire, attraverso il proprio lavoro e mission, all’analisi dei possibili sviluppi di co-progettazione, rendicontazione e di generazione di valore più condivisi e semplificati tra gli attori del Terzo Settore, del Profit e della Pubblica Amministrazione.

ANALISI propedeutica e metodologia

In primo luogo, abbiamo individuato un approccio di analisi tenendo conto di tutte le attività svolte procedendo con un duplice confronto, considerando l’esperienza riguardo ai progetti che NPF accompagna, all’aggiornamento continuo in termini di formazione, all’analisi di pubblicazioni istituzionali e bandi. Per questo sono state individuate due matrici dove il fattore comune rispecchia, quelli che sono gli obiettivi di Non profit Factory, la propria mission ed il settore in cui noi professionisti, i nostri partner e collaboratori operiamo.

I settori di confronto sono rispettivamente gli obiettivi che vengono individuati tra il mondo Non Profit e Profit da un lato e dall’altro il territorio, le comunità di riferimento e l’amministrazione pubblica, oggi tra l’altro garante principale per qualsiasi tipologia di finanziamento.

Una nota importante invece che teniamo a sottolineare è che non si sono considerati i dati di valore intrinseco e generativo dei nostri clienti, in termini di obiettivi di sostenibilità, certamente operativi nei settori dell’ambientale, sociale, sanitario, assistenziali, culturali ecc.; come anche i loro beneficiari diretti ed indiretti che vengono toccati; le istituzioni; i finanziatori coinvolti, ma per questo da valorizzare attraverso le loro Valutazioni di impatto, rendicontazioni e comunicazioni.

Per farlo Non Profit Factory ha proceduto a seguire il modello di SDG’s calati sulle tematiche del settore di riferimento e pubblicati nel Rapporto 2021 (maggio e novembre) Forum del Terzo Settore grazie al progetto Cantieri Viceversa (una collaborazione che porta con se Partner come il Forum della Finanza Sostenibile, UNICATT-ALTIS, Aiccon e Teresia, ed altri).

Le analisi presentate dall’ISTAT sui risultati degli SDG’s del 2021 dell’analisi del Terzo Settore presentati alle giornate di Bertinoro.

Obbiettivo Generale: contribuire nel mercato della consulenza divulgando i 17 Obiettivi SDG’s vedi ultimo ma non meno importante SDG 17.

Non Profit Factory ha nella propria mission l’essenza della semplificazione e della scalabilità delle azioni per crescere insieme e permettere alle realtà del Terzo Settore e del Non Profit di formarsi ed operare negli ambiti del fundraising e sussistenza economica, nella comunicazione dei propri impatti e soprattutto nell’implementazione delle professionalità per poter agire in autonomia nel tempo grazie alle proprie forze. Come primo e principale Obiettivo quindi abbiamo individuato il numero 17 Partnership for the Goals.

Nell’accademia dei settori della finanza e del Terzo Settore, vi sono diversi approcci, tra i quali al momento spiccano l’individuazione di un unico Goal per l’effettivo intervento ed obiettivo che si intende raggiungere. Approccio fondamentale per una semplificazione e riconoscibilità e per permettere di inquadrare al meglio il proprio intervento.

Chiaramente nel quotidiano invece si comprendono però attività che toccano differenti ambiti e quindi obiettivi SDG’s, nonché basilari tematiche che ricorrono a mano a mano, soprattutto quando si parla di Terzo Settore.

Per questo motivo si specifica che Non Profit Factory include gli Obiettivi SDG’s ai quali intende dare contributo: 4,5,8,9,10,11,12,16.

Cominciamo a lavorare insieme!

Anche via Meet con programma personalizzabile.

In sintesi

Per chi

a quanti operano in organizzazioni non profit e aziende profit

Come

online, via Meet 

Come funziona

  1. Compila il form

  2. Scrivici le tue esigenze

  3. Ti ricontattiamo per un appuntamento telefonico

Scrivici e iniziamo

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin